l 12 settembre di quest’anno alcuni vandali hanno dato fuoco alla bugs hotel, l’albergo per gli insetti, installato nel Parco delle Cascine. Ma il progetto, che unisce biodiversità e una migliore fruizione di questo polmone verde non si è certo fermato e, grazie al contributo di uno sponsor importante come Esselunga, acquista nuovo slancio.Si è tenuta questa mattina l’inaugurazione di ben 9 nuove bugs hotel, a corredo di un percorso naturalistico che inizia al ‘Centro visite’ delle Cascine e arriva nei pressi dell’Anfiteatro. Erano presenti l’assessore all’ambiente Alessia Bettini, Fiorenzo Cerruto, direttore istituto penale per minori, Tiziana Minelli, vicedirettore del Centro giustizia minorile di Firenze, Carlo Triarico e Gaia Citrini, rispettivamente direttore e vicedirettrice direttore dell’istituto Apab.

Bugs Hotel alle Cascine di Firenze
Le strutture per i nostri piccoli amici sono state realizzate da ragazzi, con precedenti penali, seguiti dal Centro di giustizia minorile. Con una novità, che segna un upgrade nel lavoro sviluppato dall’istituto di formazione Apab, in questi anni, in vari punti della città di Firenze. Questa volta infatti i ragazzi hanno ricevuto un autentico contributo, sotto forma di borse lavoro. Questo fa sì che il loro re-inserimento in società, e la loro restituzione alla comunità, siano sempre più concrete.

Bugs Hotel alle Cascine di Firenze
Le bugs hotel sono in tutto nove, e tre di esse sono particolarmente grandi, di due metri. Quanto alla struttura distrutta, non è stata volutamente rimossa, a ricordo e monito di quanto accaduto.
«Credo molto in questo progetto – ha sottolineato l’assessore Bettini – perché il parco delle Cascine è ricchissimo di biodiversità, di flora e fauna. Questi interventi servono molto a raccontare questo aspetto del nostro parco. Voglio ricordare che qui, grazie anche alla sponsorizzazione di Esselunga, abbiamo piantato 100 alberi nuovi alberi. Continueremo nei prossimi anni, e tante altre piccole azioni che servono a far conoscere il parco delle cascine ai nostri cittadini. Invito tutti a farsi una bella passeggiata perché questo luogo è ricco di tanta flora e fauna».

Bugs Hotel
«Il valore aggiunto di questo tipo di esperienze – ha rilevato Tiziana Minelli – è che, rispetto ad un danno anche indiretto che la collettività ha subìto, c’è una riparazione da parte del ragazzo che si prodiga a fare questo tipo di interventi che non si limitano a questa esperienza delle Cascine, come l’allestimento dell’aiutola di piazza Beccaria, che è molto visibile dalla cittadinanza. E la cittadinanza recepisce che l’autore di reato, in questo caso minorenne, o giovani adulti, stanno intervenendo per riparare a un danno fatto». Minelli ha ricordato che per i giovani che accedono a pene alternative e a percorsi di formazione «il dato distrettuale, del territorio toscano e umbro come quello nazionale, indica una recidiva pari a zero. Questo vuol dire che questa progettualità è efficace. Il ragazzo si sente in qualche modo nobilitato da quello che fa».
«“Apab come agenzia formativa segue da tanti anni i giovani del Centro di giustizia minorile e soprattutto fa formazione attraverso progetti concreti perché loro possano imparare e allo stesso tempo un senso di relazione civica con la città – ha dichiarato Carlo Triarico – questo è il caso per esempio del parco della Cascine, dove grazie al comune di Firenze e al Cgm, Apab sta realizzando una serie di attività. Abbiamo costruito queste bugs hotel proprio nella parte dedicata alla biodiversità»

Fonte

Annunci